Juventus fc, rimonta quasi completata; ora l’assalto alla vetta

juventus fc in corsa per il titolo

Bene la prima di ritorno per una Juventus fc che ora ha davanti solo il Napoli.

La partenza del girone di ritorno ha confermato la forza e la tenuta mentale della Juventus fc, arrivata alla doppia cifra come vittorie consecutive. I bianconeri nella prima di ritorno avevano anche da cogliere la loro “vendetta sportiva” nei confronti dell’Udinese che alla prima di campionato avevano dato il via alla minicrisi della formazione di Allegri.

Una situazione che però ha creato, insieme alla stessa che ha passato l’attuale capolista, il Napoli, una situazione di campionato equilibrato, come non lo era stato negli ultimi anni. Ora le due capoclassifica si sono messe a camminare con un passo decisamente spedito, grazie alla forza ed alla completezza delle loro rose ed alle capacità dei loro tecnico.

Per la Juventus fc è il ritorno alle posizioni che competo a quella che da tutti è conosciuta come la “Signora del calcio italiano”.

I bianconeri hanno inoltre coniugato alla serie di vittorie anche un calcio in crescita dal punto di vista del gioco, ed una maggiore solidità difensiva, ritrovando una delle armi che l’avevano fatta vincere quattro scudetti consecutivi.

Massimiliano Allegri ha inoltre avuto pazienza con l’inserimento dei nuovi, che hanno preso il posto di campioni affermati come Pirlo, Tevez e Vidal, che hanno lasciato la maglia bianconera al termine della scorsa stagione.

Prima l’inserimento di Dybala, con l’ex palermitano che attualmente è secondo solo ad Higuain come forza in attacco, e nelle ultime giornate anche quello di Rugani, giocatore giovane, che aveva bisogno di fare la giusta esperienza prima di essere buttato nella mischia. E senza dimenticare l’inserimento nel gioco di squadra di Alex Sandro, mentre quello che ha fatto un po’ più di fatica è stato l’ex interista Hernanes.

Juventus fc, ancora 18 gare per agganciare il quinto titolo consecutivo.

Al termine del girone d’andata gli statistici hanno analizzato il comportamento della Juventus ed è emerso con chiarezza come lo spartiacque della stagione sia stata la partita giocata al Mapei Stadium contro il Sassuolo. juventus fc in corsa per il titolo

Dopo quella gara il capitano Buffon si prese, con la sua esperienza, la responsabilità di richiamare sè stesso e tutti i compagni ad un comportamento da Juventus.

Un richiamo fatto davanti a telecamere e taccuini, senza paura, che insieme ad altri fattori come il rientro degli infortunati e la crescita dell’amalgama della squadra, ha fatto sin che la seconda parte del girone d’andata diventasse una marcia trionfale con la conquista del secondo posto in classifica e speranze concrete di poter effettuare riaggancio e sorpasso al Napoli.

La squadra è sicuramente diversa, avendo perso il “genio” in regia di Pirlo, l’autorevolezza di Vidal e i gol di Tevez, ma la crescita dei sostituiti e quella di chi è rimasto non può essere sottovalutata, come ad esempio quella di Marchisio che si è rivelato regista perfetto per questa Juventus e potrà esserlo anche con la nazionale azzurra di Conte.

Juventus fc, un occhio al presente ed uno al futuro.

La sessione invernale del mercato calciatori è iniziata ormai da due settimane e la Juventus fc, in attesa di qualche colpo mirato a rafforzare la squadra nell’immediato, ha iniziato a pensare ai prossimi anni. Infatti le mosse finora messe a segno sono quelle di giovani con grandi prospettive future: il primo è Mandragora, centrocampista di proprietà del Genoa, attualmente in prestito al Pescara in serie B, dove sta disputando un ottimo campionato, dopo aver debuttato lo scorso anno in serie A con la maglia rossoblù del Grifone proprio contro la Juventus, quasi fosse un segno del destino.

Marotta ha chiuso l’affare con il Genoa per 6 milioni di euro, a cui se ne aggiungono altrettanti come “bonus”, ed ha saggiamente deciso di lasciare il giocatore nelle file della squadra abruzzese fino al termine del campionato di serie B, dove si trova anche un altro giocatore in prestito dalla Juventus, Lapadula.

La Juventus fc è inoltre ad un passo dal formalizzare anche l’acquisto di Rogerio, esterno dell’Internacional, che sarà preso in collaborazione con il Sassuolo, come fatto in precedenza per altri giocatori, ultimo della serie Sensi. Nel mirino di Marotta ci sono altre giovani promesse, come Diawara del Bologna, 18enne, e Donsah, 19enne ghanese anche lui nelle file della formazione allenata da Roberto Donadoni.

Per quanto riguarda gli affari da chiudere immediatamente, c’è da registrare la grande difficoltà per arrivare a Gundogand, che il Borussia Dortmund non vuole assolutamente cedere, e si era parlato anche di Bernardo Silva, una ipotesi che però non sembra essere condivisa dallo staff societario bianconero, che resta comunque vigile sul mercato, ma senza essere obbligato ad acquisti non necessari.

Il prossimo impegno della Juventus fc è la Champions League in cui deve affrontare il Bayern Monaco.

Nel mese di febbraio torna la Champions League, la più prestigiosa manifestazione continentale per squadre di club, e la Juventus fc è una delle due rappresentanti italiane rimaste in corsa. La seconda posizione nel girone eliminatorio ha costretto i bianconeri ad un sorteggio più difficile che le ha riservato una avversaria formidabile come i campioni di Germania.

Uno scontro che però sarà anche uno stimolo per i bianconeri, che devono conquistarsi il vantaggio nella partita casalinga per poi andare a difenderlo all’Allianz Arena.

Un cammino che ricalca quello dello scorso anno; anche in quell’occasione l’accoppiamento degli ottavi di finale riservò alla Juventus una formazione tedesca, il Borussia Dortmund allenato da Klopp, ed i giocatori di Allegri oltre a vincere a Torino seppero ripetersi anche a Dortmund, guadagnando la qualificazione e iniziando un cammino che li avrebbe portati a disputare la finale di Berlino contro il Barcellona.

Il Bayern di Guardiola è sicuramente più forte del Borussia dello scorso anno, ed inoltre Buffon e compagni si troveranno di fronte anche l’ex Arturo Vidal, ma alla vigilia del turno le possibilità di vittoria della Juventus non sono da sottovalutare, pur se i bianconeri saranno impegnati anche in un bel duello nel campionato italiano.