La Liga BBVA e i suoi principali rappresentanti storici

Liga campionato spagnolo

La Liga rappresenta il massimo livello professionistico del campionato spagnolo di calcio.
Il campionato spagnolo attualmente è il primo a livello europeo in termini di competitività secondo i parametri e i coefficienti stilati dalla UEFA.

Formula

Le squadre che prendono parte al massimo campionato sono 20 e si affrontano in un girone all’italiana con gare di andata e ritorno. La squadra prima in classifica, al termine del campionato, vincerà la Liga, laureandosi campione di Spagna.

In base all’attuale coefficiente EUFA, la Liga può qualificare le prime 4 squadre della classifica finale alla partecipazione della Champions League e le successive 3 all’Europa League. I club piazzati alle ultime 3 posizioni della classifica saranno retrocesse alla Segunda Division.

Il fascino della Liga è determinato sicuramente dalla presenza di alcuni dei più importanti e famosi club del mondo, quali Barcellona e Real Madrid che dalla nascita della Primera Division hanno monopolizzato lo scenario nazionale nella corsa al titolo vincendo complessivamente 55 volte il campionato (23 titoli nazionali il Barcellona e 32 il Real Madrid) rispetto alle 84 edizioni dei campionati disputati.

Le altre squadre con maggiore appeal sono l’Atletico Madrid con 10 e l’Athletic Bilbao con 8.
La grandezza e la fama di queste squadre sul palcoscenico internazionale è dovuta alla schiera di campioni assoluti che hanno indossato tali maglie, portandosi dietro le simpatie e il tifo di milioni e milioni di persone in tutto il mondo.

Liga campionato spagnolo
Storia

Dagli anni 50′ ai 70′.

Gli anni 50′ sono caratterizzati da un iniziale dominio da parte della seconda squadra di Madrid, l’Atletico, che vinse due campionati consecutivi per poi lasciare la scena a Barca e Real.

Il Real Madrid fu la prima squadra a vincere la Coppa dei Campioni nel 55′-56′ e da quel momento in poi cominciò un ciclo invidiabile di vittorie sia in campo nazionale che europeo tanto da essere ribattezzata come “Il Grande Real”, con principali protagonisti Alfredo di Stefeano e Ferenk Puskas.

Gli anni 60′ videro lo strapotere madridista con la vittoria di 8 titoli da parte del Real e i restanti 2 dall’Atletico.

Gli anni 70′ videro come principale antagonista alle due squadre di Madrid, il Barcellona del campione olandese Johan Crujff che riportò la Liga in Catalogna dopo 14 anni di assenza nel campionato del 73′-74.

Dagli anni 80′ ad oggi.

La prima metà degli anni 80′ videro l’ascesa dei Paesi Baschi rappresentati dal Real Sociedad e dall’Athletic Bilbao e la seconda da un lustro di vittorie da parte dei Blancos di Madrid.

Nell’intermezzo i catalani del Barca nel campionato 84-85.
Gli anni 90′ sono contraddistinti dal dominio Blaugrana in patria con 4 titoli consecutivi, e in Europa con la conquista della prima Coppa dei Campioni della sua storia nel 92′ a Wembley contro la Sampdoria.

Dopo si riapri un triennio madrileno con due vittorie del Real in mezzo ad una dell’Atletico per tornare ad una doppietta Blaugrana.

Gli anni 2000 sono quelli in cui salì ai vertici della società Blanca, Florentino Perez; il quale inaugurò una politica societaria centrata sull’obiettivo di acquisire sul mercato i giocatori più forti del mondo.

Nasce cosi il Real dei “Galacticos” che inizialmente ripagò gli investimenti spesi con la vittoria della nona Champions League della sua storia nell’edizione 2001-2002.
Nel 2001-2002 e nel 2003-2004 si affermò come campione di Spagna il Valencia di Rafael Benitez.

Dalla stagione successiva ad oggi sarà un dominio Barca-Real, interrotta solamente dalla straordinaria vittoria dell’Atletico Madrid nel campionato 2013-2014.

Oltre ai successi nazionali, le due squadre spagnole sono protagoniste anche nelle coppe europee con la conquista di 3 Champions League da parte del Barcellona nelle edizioni 2005-2006, 2008-2009 e 2011-2012; mentre il Real nell’edizione 2013-2014 con la vittoria della “decima” Champions League.

Fonte: sport.Sky.it